Storia di Pomarance


Vai ai contenuti

Preistoria

Preistoria

Le Stoppiacce di Pomarance

Nella zona di cui andremo a parlare e precisamente di quella compresa tra le alte valli dei fiumi Cecina e Cornia, non vi sono stati ritrovamenti relativi all'era paleolitica (almeno 20.000 anni a. Cr.) come a quella neolitica (almeno 6.000 anni a. Cr.)
Abbiamo invece ritrovamenti relativi all'era eneolitica o cuprolitica, in cui iniziò l'uso della ceramica, della tessitura e la fabbricazione degli utensili di metallo.
Un ritrovamento di questo periodo è segnalato in località " Le Stoppiacce " in luogo detto " Poggio degli Arenicci ". Qua furono rinvenute tombe in nuda terra, ovali, del tipo della cultura eneolitica di Remedello (Brescia) ,(3.000 anni a. Cr.). In questa piccola zona vi erano sette tombe a inumazione, alla distanza di mt. 0,50 l'una dall'altra, scavate nel masso tufaceo, di forma ovale, delle quali fu data notizia dopo la manomissione, per opera di contadini, dell'allora tenuta agricola del cav. Carlo Andrea Fabbricotti. Il prof. Edoardo Galli della Soprintendenza Archeologica di Firenze, nell'anno 1912, non poté fare altro che scegliere nel materiale raccolto alla rinfusa:
- oggetti eneolitici: venti punte di freccia di silice, due lame di pugnale in rame, altra più piccola, due asce piatte di rame, vaso sferoide di impasto.
- Oggetti della prima età del ferro: diciotto fibule di bronzo a navicella, una fibulina di bronzo, due pesanti armille di bronzo, piccola armilla spirale per capelli, spirale da capelli, piccola bulla di lamina bronzea, grani di collana di pasta vitrea gialla-stra, ascia di bronzo ad alette, lunga lancia di bronzo a foglia di lauro, frammento di lama di coltello di ferro, piccolo ziro fittile di impasto.
Questi materiali oggi si trovano al Museo archeologico di Firenze e di tali ritrovamenti scrisse il prof. Galli Edoardo sul bollettino di Paletnologia Italiana al N. XXXVIlI del 1912, pp. 125-131.
Il Poggio degli Arenicci trovasi a tre chilometri a sud-est di Pomarance. Lungo la strada S.S. 439 Sarzanese-Val d'Era; tra Pomarance e Larderello, in località Mona, vi è l'inizio della via vicinale da cui il Poggio dista un chilometro.
Pure la "Grotta del Poggiarone " a Volterra, scoperta nell'anno 1885, risale al periodo eneolitico ed è da ascriversi probabilmente alla stirpe Ligure.
Dopo le ere eneolitiche, del bronzo e del ferro, a poco a poco le nebbie della preistoria si diradano sulle nostre valli e la primissima civiltà del ferro si trasforma in civiltà etrusca, giungendo così fino a sette secoli prima della venuta di Cristo

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu