Storia di Pomarance


Vai ai contenuti

.

Etruschi

La Stele di Stilano LARTH ATHARNIES
Una riprova per credere che sui colli pomarancini siano stanziate popolazioni etrusche ce la fornisce l'interessantissima stele di Larth Atharnies, ritrovata nella zona di Stilano a due chilometri a sud-ovest di Pomarance. Particolare fra tutte le steli funerarie etrusche è la figura del guerriero Larth Atharnies, per l'elmetto a calotta cranica, la spada ricurva, la lunga e pesante tunica e i calzari a punta rivoltata. Sono questi ultimi che denoterebbero la provenienza dall'Asia minore di questo popolo.
La stele reca incise due scritture sull'orlo, ove vi si legge il nome di Larth Atharnies (Il defunto) e Uculni Mula Eunehe (Ugulnio mi donò) ? Della stele, il cui originale si trova oggi al Museo Archeologico di Firenze, esiste un perfetto calco in gesso al Museo Guarnacci di Volterra. Il ritrovamento avvenne nell'anno 1894 per opera di contadini di certo Ghilli, che aravano il terreno in prossimità della strada vicinale che congiunge S. Piero a Stilano, a circa quattrocento metri da quest'ultimo podere. A quanto ci riferisce il signor Nello Bocci, memore del racconto di suo padre, la scalfittura che si denota al naso del guerriero, sarebbe stata prodotta dalla lama del vomere che arava il terreno, e la stele fu acquistata per il Museo di Firenze, con interessamento dell'allora senatore Marco Tabarrini. La stele che è di travertino, ha un'altezza di m. 1,800, larghezza di m. 0,62, spessore m. 0,22.
Scrissero su questa stele:
MILANI L. A. Il Museo Archeologico di Firenze, Firenze 1923, p. 47 e pp. 224-225. Data al sec. IX - Vili a. C.
MINTO A. Guida sommaria del R. Museo Archeol. di Firenze 1928. p. 7.
MINTO A. Le stele arcaiche volterrane, in scritti in onore di Bartolommeo Nogara, Città del Vaticano 1937, p. 33
DE AGOSTINO A, Il Museo Archeologico Centrale dell'Etruria, Firenze 1959, p. 17 e fig. 19. Data al sec. VII a.C.
FIUMI E., in Studi Etruschi, XXIX, 1961 pp. 266-7 (nota 44) e p. 291. Data tra 550 e 500 a. C. (fine VI sec. a. C.).
LAVIOSA CLELIA. Guida alle stele arcaiche e ai monumenti volterrani, Firenze, 1962, pp. 22-14 ep. 4.
TUTT'ITALIA. fasc. 190 (Toscana), p. 59, Firenze 1964.
Oltre alla stele di Pomarance si è trovata a Volterra altra stele funeraria contemporanea in onore di " Aviles Tites " di forma simile a quella segnalata. E' un bassorilievo su lastra prima disegnata e poi incisa a contorno, con iscrizione veramente arcaica. Le iscrizioni di queste due stele sono fra le più antiche del territorio volterrano.

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu