Storia di Pomarance


Vai ai contenuti

.

Etruschi

La tomba di Sillano ed altri ritrovamenti

Nel febbraio dell'anno 1952, durante i lavori di rimboschimento, in un cantiere gestito dal Corpo Forestale dello Stato, in terreno di proprietà del dott. Ricci Emanuele, fu trovata una tomba etrusca. Il luogo è denominato " Poggio alle Forche " a quattro chilometri a nord di S. Dalmazio, lungo la strada comunale che conduce da questo paese a Lanciaia, precisamente tra i poderi Barbiano e Quercetello.
La tomba fu demolita durante i lavori e dalle notizie fornite si poté capire che era del tipo a fossa, di m. 0,60x2,00, con pareti rivestite da lastre di pietra. Sul piano della tomba formato da lastre della stessa pietra, posavano gli scheletri di due individui, orientati ad Est. La copertura della tomba era a circa cm. 25 al di sotto del piano di campagna. La suppellettile consisteva in quattro vasi corinzi-italici ed un bucchero, disposti ai piedi dei due inumati. Questa suppellettile dà modo di datare la tomba al VI secolo a. C. Può darsi che altre tombe possano trovarsi in altro punto di questo poggio assai adatto per una piccola necropoli.

Altri ritrovamenti
LEVI D. in Notizie Scavi, 1928, pp. 46-47. A dieci minuti sotto il Podere di Barbiano di Sillano, poderi dell'allora Sig. Alessandro Rosini. Tombe trovate in lavori agricoli. Cocci di impasto granuloso arcaico, altri di argilla. Età indefinibile.

PERNIER L. in Bollettino di Paletnologia Italiana 1911, p. 167 e in Notizie Scavi 1911 pp. 125-128 (Ne parla anche Fiumi E., in Studi etruschi, XXIX, 1961 pp. 262-3 e 272). A nord del paese, dinanzi alla fattoria del Sig. G. B. Cortese, presso il podere Capannini, sulla strada Lustignano-Serrazzano, alcune tombe; in una, ossa cremate e vaso di impasto nero; in altra, un'ascia con ornamenti geometrici impressi, tre fibule in bronzo a navicella, altra fibula, due altre fibule, fusarola fittile. A nord del paese, sulla sinistra della strada per Serrazzano, podere S. Giovanni (propr. Cortese) Poggetto artificiale (ivi tombe?).
Un poco più a nord del podere S. Giovanni, al poggio di Campo Barone (propr. Cortese) serie di poggetti o tumuli. (Tombe?) in una, dromos e banchine (III-II sec. a. C.) lì presso evidenti tracce di ingressi ad altre tombe.
Ad ovest di Lustignano, podere Quercenne (propr. Cortese) serie di poggi, il più alto è Poggio Casale. Cose antiche rinvenute.
Presso il podere Querciola, sulla destra presso il fiume Cornia, propr. Vignoli, Tumulo sormontato da pini.
Altre due tombe in tumulo presso il podere Aia al Colle (buccheri neri) ; podere S. Elena spada di ferro e bronzi, tra cui un elmo.
Molti oggetti di bronzo etruschi arcaici visti presso contadini.
Di tutto parla anche Fiumi E. in studi Etruschi, XXIX 1961 p. 268 e p 288, nota 4.

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu